GARDEN FOREST | Piante da frutto- Quali coltivare in orto, in giardino e in balcone
3200
post-template-default,single,single-post,postid-3200,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-1.0.2,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,columns-4,qode-theme-ver-18.0.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Piante da frutto- Quali coltivare in orto, in giardino e in balcone

 

Per la Rubrica: I consigli di Garden Forest 

 

Ciao Pollice Verde,
oggi voglio parlarti di piante gustose, belle e profumate: le Piante da Frutto.

Sono in molti a credere che le piante di questo genere si devono coltivare esclusivamente in un grande giardino o in spazi esterni dedicati all’orto. Ma sai che puoi raccogliere i frutti stando comodamente anche in balcone? 

Da buon vivaista, ti ho preparato una selezione di alcune delle tante piante da frutto che puoi tenere con te anche in un piccolo spazio esterno.

 

Al primo posto, ci sono le piante di Agrumi.
Limoni e arance sono agrumi ricchi di proprietà benefiche e sono tra le specie di agrumi preferite per il balcone o l’orto. In inverno vanno protette, ma amano moltissimo l’estate con l’esposizione diretta ai raggi solari.

Secondo posto per Fragole, more e lamponi.
In generale, piante piccole/nane che producono altrettanti piccoli frutti come fragole, more e lamponi. Grazie alle loro dimensioni sono facili da gestire anche in spazi stretti. Apprezzano particolarmente i raggi del solo, odiano l’inverno e le gelate.

Passiamo adesso alle piante da giardino e da orto.
Qui possiamo sbizzarrirci con piante e alberi (e il terriccio giusto per stimolare un ottimo raccolto!)
Albicocco, Pero, Melo, Ciliegio, Cotogno, Mandorlo, Melograno, Nocciolo, Melo, Susino… le varietà sono centinaia. 

A cosa dobbiamo fare attenzione: ogni pianta ha le sue specifiche esigenze. Per questo motivo è bene preparare un terriccio specifico per aiutarla a crescere e produrre i frutti in maniera del tutto naturale. È preferibile un terriccio con un’alta percentuale di materiale organico, morbido e ben assorbente. Quando la facciamo? A fine Autunno e ad Inizio Primavera.

Infine: potatura, e rinvaso.
Queste 3 sono alla base della conoscenza di un buon Pollice Verde. Sono fondamentali per godere i frutti di questi esemplari. Annaffia di più in Estate e diminuisci sensibilmente le quantità d’acqua in inverno. 

La potatura aiuta la pianta a crescere bene e a non creare ombre che possono limitare l’esposizione ai raggi del sole.

Per il rinvaso, non dimenticare di cambiare anche il terriccio e dare una bella rinfrescata per sollecitare l’attecchire delle radici. 

Questi sono i consigli generali, adesso puoi scegliere le tue piante preferite da mettere in balcone, sul terrazzo, in giardino e nell’orto! 

 

Buona coltivazione. 

No Comments

Post A Comment

× Posso aiutarti?